Arte e Cultura dall'Italia e dall'Estero

Mercoledì, 22 Novembre 2017 

La vita imita l'arte più di quanto l'arte non imiti la vita.(Oscar Wilde) +++
Italian
Albanian
English
  versione italiana
versioni shqip
english version

Olen Cesari e l'Orchestra clandestina

(AG-news) - ROMA. 27 novembre 2014. Olen Cesari & Orchestra Klandestina  in Concerto all 'Auditorium Parco della Musica di Roma, Sala Sinopoli alle ore 21:00. Olen Cesari violino, direzione, Shama Milan voce, Michael Rodi pianoforte, Gabriel Gagliarini percussioni , Paolo Cozzolino basso, contrabbasso, Raul Scebba batteria.
Lo spettacolo è uno straordinario viaggio attraverso il mondo tra i brani più famosi della musica internazionale aiutata dalla scenografia con immagini suggestive  degli oceani e delle meraviglie sommerse.
Nel comunicato stampa dello spettacolo il violinista virtuoso Olen Cesari spiega : “Ho scelto il mare come cornice dello spettacolo  non solo perché sono nato a Durazzo ma anche per sensibilizzare gli spettatori al rispetto e all’amore per l’ambiente. Proprio il mare sempre più spesso sta diventando tragicamente la tomba di migliaia di migranti e della loro speranza in un futuro migliore. A queste anime dedichiamo il nostro concerto”.
Accompagnato dalla sua band, International Clandestine Orchestra (ICO), Olen Cesari ha portato la versione live di “Unexpected” in giro per l’Europa con grandi consensi di pubblico e di critica. Il suo è un gruppo multietnico composto da sei musicisti di sei diverse nazionalità provenienti da tre continenti: uno dei più grandi cantanti cubani Shama Milan, membro del Sestetto National de Cuba; al pianoforte ‘mister armonia’ il sudafricano Michael Rodi; alle percussioni ‘il millemani’ peruviano Gabriel Gagliarini; al basso e contrabbasso il napoletano Paolo Cozzolino, uno dei più grandi esperti della musica partenopea; alla batteria l’argentino Raul Sceba, molto noto anche per la sua presenza nell’Orchestra di piazza Vittorio. Il suono della International Clandestine Orchestra è affidato alla grande professionalità di Alessandro Aloisi.