Arte e Cultura dall'Italia e dall'Estero

Giovedì, 18 Gennaio 2018 

La vita imita l'arte più di quanto l'arte non imiti la vita.(Oscar Wilde) +++
Italian
Albanian
English
  versione italiana
versioni shqip
english version

MiArt 2014

(AG-news) - Il 28 marzo 2014, con 148 gallerie e galleristi provenienti da circa 20 paesi nel mondo, MiArt ha aperto i suoi battenti. In esposizione opere dei grandi dell'arte, dai classici come Pistoletto ai contemporanei come Botero, Chagall, Pomodoro, Balla, Warhol, Burri, Boetti, Boltanski.
Colpiscono alcune opere come quella di Pierpaolo Calzolari con un omaggio a Giorgio Morandi, ma anche di giovani ormai molto conosciuti come lo scultore italo-albanese Helidon Xhixha che si è presentato con un'installazione di sculture in acciaio che evocano l'Italia nella sua mappa sezionata in tre blocchi colorati su tre pareti. Lo sguardo però viene attirato da un unico blocco d'acciaio adagiato su di un letto di guanti da lavoro usati, che occupa il centro dello stand. Evocazione di emozione riuscita - l'installazione riesce nel suo intento ad esprimere una rifflessione che anche se di sfumature personali centra l'oggetto: il lavoro in Italia. E lo stesso artista mentre curioso di conoscere con che nome l'abbiamo battezzato questo "senza nome" dice: «il lavoro,.. il lavoro comincia ad essere un problema anche in Italia».
Questa è una delle tante facce del Miart 2014 con opere politicamente e socialmente impegnate.
L'arte mostra la sua forza nell'aiutarci a riflettere su fatti ed eventi, offrendo spunti e stimoli di riflessione sul nostro mondo.

Albana Temali
AG-news